E se storie allungassero la vita?

L’aria natalizia aleggia nella mia casina 🙂
Una piccola stellina di natale fa bella mostra di sè al centro del tavolo, alla porta una corona di pigne sorride a chi viene a trovarmi, alle finestre piccoli sticker colorati augurano buone feste!
Come mi piace questo periodo dell’anno, la fantasia di una “matta come me” galotta senza sosta e mi sembra di tornare bambina 😀
Andiamo tutti a caccia del regalo perfetto, del pensiero più originale, della chicca che lasci a bocca aperta; un pò come nella storia della Principessa sposa
William Goldman, l’uomo che ci ha regalato le sceneggiature de Il Maratoneta, Tutti gli uomini del Presidente e Butch Cassidy and the Sundance Kid, è infatti a caccia di una copia del romanzo chiave della propria giovinezza. Darebbe un occhio pur di trovarlo: vorrebbe regalarlo al figlio viziato e annoiato perchè quel racconto gli ha spalancato orizzonti impensati, rivelando uno strumento strepitoso: la lettura.
Quando ne agguanta una copia, si rende conto però che molti capitoli noiosi erano stati tagliati dalla sapiente lettura ad alta voce del padre. Decide così di riscriverlo, di togliere lungaggini e divagazioni, di far scintillante la “parte buona”.
Ed ecco che la magia si realizza e il risultato è straordinario.
Si parte da una cotta clamorosa, un amore eterno tra un garzone di stalla e la sua splendida padrona, che sembra naufragare a causa di una disgrazia marittima. C’è poi il di lei fidanzamento con un principe freddo e calcolatore, un rapimento, un lungo inseguimento, molte sfide: il ritmo cresce e l’atmosfera si arroventa.
Trent’anni prima di Pennac, Goldman dice apertamente che dei libri si può fare quel che si vuole purché si leggano con piacere; vi mette in guardia, vi prepara, non per rovinarvi il finale, ma per non illudervi.
V’inserirà in un mondo magico, più vero di quanto potete immaginare, dove non vivono tutti felici e contenti e dove non tutti i cattivi muoiono, anzi: “muoiono le persone sbagliate, e la ragione è questa: la vita non è giusta. E’ solo più decente della morte”.
Allora cosa aspettate?!
Allora…mettetevi comodi, “accendete” il libro, e provate a chiedervi “E se le storie allungassero la vita?”

Annunci

3 Pensieri su &Idquo;E se storie allungassero la vita?

  1. Io non sono un gran lettore eppure … si’, sono convinto che le storie allunghino la vita.
    Tutte le storie, quelle strampalate, quelle sognate, quelle inventate, quelle lette, quelle vissute, tutte le storie.
    Perche’ ogni storia e’ un viaggio.
    Ed ai miei occhi, nessuno ha vissuto di piu’ e piu’ intensamente di un viaggiatore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...