Un tocco di spezie

Torta di LinzSiete felici, respirate l’aria natalizia per le strade e sorridete per la giornata soleggiata che cerca di farvi l’occhiolino, dopo una domenica grigiosa?
Siete arrabbiati, nervosi, e vi piccate per un nonnulla?
Io ho l’attività adatta per tutte queste occasioni!! Nessuna terapia migliore che … “sabbiare la farina” per preparare una speziata torta di Linz! Una crostata buonissima, preparata ed gustata in occasione di un laboratorio di “pasticceria creativa” organizzato dalla mitica Emanuela de La Dolce Peonia con l’effervescente Cata 🙂
Un dolce avvolto nel mistero (non se ne conosce nè l’inventore/trice nè chi le diede il nome), è considerata la torta più antica del mondo, essendo nominata per la prima volta già nel 1653.
Se provate a cercarla sul web sono tante le varianti descritte!
A me ha ispirato questa, simile a quella di Emanuela e ve la riporto, così anche voi potrete diventare anche solo per poche ore “pasticceri per un giorno” 😀

Ingredienti per 6 persone
330 g di farina 0
250 g di burro
250 g di zucchero
250 g di mandorle sgusciate
2 uova
2 cucchiaini rasi di lievito per dolci in polvere
1 cucchiaino di cannella in polvere
1 pizzico di chiodi di garofano in polvere
scorza di limone
marmellata di ribes rossi o mirtilli

Tagliate innazitutto il burro freddo a pezzetti, e divertitevi a “sabbiarlo” con la farina (riducete letteralmente in sabbia questi ingredienti, passandoli per qualche veloce giro al frullatore o al robot, o procedendo velocemente a mano “pizzicandoli” con le dita). Aggiungete quindi lo zucchero, le uova, le mandorle macinate e le spezie.
Impastate rapidamente sino ad ottenere un impasto piuttosto morbido. Fate riposare la pasta in frigo avvolta in una pellicola trasparente per almeno un’ora. Trascorso il tempo previsto, imburrate uno stampo e adagiate circa 2/3 della pasta, poi spalmatela, tranne che sui bordi, di gelatina di ribes o di marmellata di mirtilli. Con la pasta rimanente formate sulla spianatoia infarinata dei bastoncini della grandezza di un mignolo e disponeteli a reticolo. Cuocete in forno preriscaldato a 180° C per circa 45 minuti.

Sarà perché adoro le spezie, sarà perché la cucina è il mio regno fatato, ma questo film mi sembra azzeccatissimo…

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Un tocco di spezie

  1. Apparentemente una semplice crostata.
    In realta’ un dolce con un tocco di oriente che sa di viaggi, di paesi lontani e di storie.
    Che sia questo il giusto accompagnamento per quelle storie che allungano la vita? 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...