Non è Natale senza…

AliNon è assolutamente Natale se non mi rivedo per l’ennesima volta Il piccolo Lord e La vita è meravigliosa 🙂
Non metteti a ridere…lo sò che non c’azzeccano niente tra loro, ma senza, non sono capace di starci! Soprattutto senza l’angelo di Capra che, per ottenere le ali e passare dalla seconda alla prima categoria, deve scendere sulla Terra e salvare un uomo che vuole togliersi la vita. E quale miglior tattica per dissuaderlo, se non quella di mostrargli che cosa accadrebbe se lui, individuo qualsiasi, dall’apparenza modesto, anzi, quasi inutile, non fosse mai nato?
Vista la bufera di rabbia rimbalza dai giornali ogni giorno, concordo in pieno con Veltroni, che in Certi piccoli amori. Dizionario sentimentale di film scrive:
“È la sera giusta per questo film, un film sul Natale. O meglio un film sul Natale come «punto di rottura» di una normalità. Infatti il Natale è una festa «buonissima», in un mondo tendenzialmente cinico e avaro di sentimenti. È nei giorni di Natale che la storia di George, un tenero James Stewart, conosce il suo apice di drammaticità e, però, anche la sua vetta di sentimento. Il film è una favola, come sono tutte le migliori commedie americane. Ma qui non c’è solo il rosa dei buoni sentimenti, c’è anche il nero delle sfortune economiche e degli umani egoismi. George è un piccolo eroe quotidiano, uno di quelli ai quali il destino ha riservato un posto in trentesima fila. Dove non si vede molto e le sedie scricchiolano. George è un uomo buono, che si è sacrificato per gli altri, specie per la famiglia. In suo aiuto, quando è al culmine della disperazione, arriva un angelo in rodaggio. Che gli dà una mano e, così, può diventare angelo a tutti gli effetti. È vero, alla fine tutti vivono felici e contenti. Ma il «sogno americano» qui è davvero una dimensione irreale, ché la realtà è dura e difficile. E ora, buon Natale a tutti voi.”

E come lascia scritto Clarence (Henry Travers) a George Bailey (James Stewart)
“Caro George, ricorda che nessun uomo è un fallito se ha degli amici!”

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Non è Natale senza…

  1. Cara lumachina,
    scopro con piacere che c’è qualcun’altro che ogni anno per Natale non riesce a fare a meno di guardarsi questo vecchio film. Ti confesso che ogni volta arrivo in fondo con i lucciconi agli occhi e che, nel tempo, ho tentato di farlo vedere ai miei amici più cari, ma purtroppo con poco successo.
    Allora, visto che ormai ci rivederemo ad anno nuovo, oltre a rinnovarti i miei più affettuosi auguri di buone feste, ti suggerisco un altro film che nei miei riti natalizi sostituisce il tuo Piccolo Lord. Si tratta di “Scrivimi fermo posta” il cui protagonista è ancora Jimmy Stewart e la direzione di un grande maestro della commedia come Ernst Lubitsch.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...