Se la vita e’ un pranzo, le donne sono il dessert

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo 5 giorni di pasticceria parigina, oggi ho proprio bisogno di sfornare un bel dolcino 😉 Dato che sulla Sala abbondano le albicocche ecco allora la ricettina di una buonissima tarte abricot et romarin (trovata nel libro Elle à table, acquistato in una piccola libreria di remainders vicino il Centre Pompidou)

1 kg di albicocche
200 g di farina
170 g di burro
60 g di farina di mandorle
50 g di mandorle a filetti
150 g di zucchero
2 cucchiai di miele
1 rametto di rosmarino
pizzico di sale

Preparare la pasta lavorando rapidamente la farina con 160 g di burro ammorbidito, un pizzico di sale e un pò di acqua ghiacciata, dopodichè lasciatela riposare in frigo per almeno 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 180° C
Pulite le albicocche e dividetele a metà. Stendete l’impasto in una teglia imburrata; spolverate il fondo con la farina di mandorle e disponete le albicocche; quindi cospargete sopra alla frutta un velo di zucchero, le mandorle a filetti, il miele e il rosmarino sminuzzato.
Fate cuocere per 30-40 minuti, fino a quando le albicocche cominceranno a dorarsi.

P.S. Per il weekend mi attendono invece i cupcakes 😀 Dopo la merendina da Chloé.s non posso non cedere anch’io alla voglia di cucinarne qualcuno anch’io!

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Se la vita e’ un pranzo, le donne sono il dessert

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...