Il regalo arrivato da Babbo Natale

Pane al cacaoStefano Benni scriveva in Margherita dolcevita “Il mondo si divide in: quelli che mangiano il cioccolato senza il pane; quelli che non riescono a mangiare il cioccolato se non mangiano anche il pane; quelli che non hanno il cioccolato; quelli che non hanno il pane”
Io … li ho messi insieme grazie alla ricetta di Giulia ed ecco che ho inaugurato la mia nuova pentola di ghisa con un delizioso pane senza impasto al cacao.
Babbo Natale che ne dici? Credimi sulla parola: il risultato è stato delizioso!! Parola di golosetta!

Le idee vincono la geografia

Maker LabPensavo di riuscire a ritagliarmi alcuni giorni di tranquillità dopo la consegna del libro e invece il lavoro mi ha nuovamente catturato. Direzione Cinisello Balsamo per partecipare alla giornata inaugurale del Fab Lab allestito all’interno della biblioteca Il Pertini
Un weekend entusiasmante! Da farci la ola! Grazie agli stimoli che ragazzi e relatori m’hanno trasmesso, dagli entusiasti dell’opensource a quelli che non vedono l’ora di sporcarsi le mani ed entrare nel creativo mondo dei makers, di Arduino e delle stampanti 3D.
Tuttavia a renderlo magico sono state le due super amiche e colleghe che m’hanno coccolato come una principessa offrendomi ospitalità e gesti di affetto, non lasciandomi mai sola, portandomi alla scoperta di una biblioteca appena inaugurata, regalandomi la possibilità di incontrare la pasticciera più simpatica di Lecco, che sforna cupcakes da sbarello stellare nel suo The baking Lab

“The secret to creativity
is knowing how to hide
your sources”
Albert Einstein

Tasto invio

PanDiSpagnaMi sento come l’acqua idrolitina, come lo zucchero petilante! Schioppettante, effervescente, friccicante! È passato tanto tempo ma alla fine ritorno ad arieggiare questa stanza! Finalmente!
Finalmente perché abbiamo appena premuto il tasto INVIO e spedito il LIBRO!!
Si, si! Avete letto bene! Assieme alla mia amica e collega Mamma con i tacchi abbiamo consegnato il nostro libro, la fatica degli ultimi 6 mesi.
Che dite, festeggiamo?! 😉

La torta di cappuccetto rosso

Torta ai frutti di boscoCon le favole ci sono cresciuta, con le favole provo a raccontare che misteri affascinanti nascondano i libri e le biblioteche, tra le loro pagine divento la protagonista pronta a combattere per i propri ideali (se poi lo posso fare armata di una spada laser ammetto di divertirmi ancor di più 😀 )
Il nuovo numero di Cucina di stagione m’ha fatto tornare bambina 😀 Il mio grembiule rosso si è trasformato nella famosa mantellina col cappuccio e con un bel cestino tra le mani sono pronta per attraversare il bosco e incontrare il lupo cattivo 😀 Voglio proprio vedere se questa volta mangerà la nonna o se piuttosto sbranerà la torta che le sto portando?
Gugelhopf ai frutti rossi
200 g di burro morbido
200 g di zucchero
1 pizzico di sale
3 uova
200 g di farina
100 g di nocciole macinate
1/2 bustina di lievito per dolci
200 di frutti di bosco surgelati (io ho usato mirtilli dell’Abetone)
100 g di cioccolato a pezzetti

Scaldate il forno a 180°C. Imburrate e infarinate uno stampo da gogelhopf. Con le fruste lavorate a spuma il burro con lo zucchero e il sale per 5 minuti. Incorporate un uomo alla volta. Unite la farina, le nocciole e il lievito e mescolate bene il tutto. Inconrporate i frutti di bosco e il cioccolato sbriciolato.
Versate subito l’impasto nello stampo e cuocete al centro del forno per circa 50/55 minuti (fate la prova cottura con lo stuzzicadenti).
Sfornatelo e lasciatelo intiepidire nello stampo. Capovolgetelo su una griglia e lasciatelo raffreddare completamente. Prima di servirlo, spolverizzate di zucchero a velo.